Crea sito

Non insistere su ciò che la vita ti ha dimostrato in tutti i modi che non è per te

Spesso molti di noi che credono che siamo responsabili di tutto ciò che accade e che siamo i creatori del nostro destino attraverso ciascuna delle nostre azioni e decisioni, è un pò complicato da accettare un “no”, ma a volte può cambiare la vita.

C’è una linea sottile che separa la possibilità di ottenere ciò che vogliamo nelle nostre vite e accettare che i risultati che otteniamo sono lontani da ciò che vorremmo. Per valutare quale dovrebbe essere il nostro atteggiamento in una determinata situazione, sarebbe meglio mettere a tacere la nostra mente e ascoltare quella parte di noi che ci guida dove dovremmo essere.

Quella parte sensibile, che sembra catturare la nostra essenza, non è governata dai capricci, dalle paure, dall’ego, non è interessata a soddisfare le aspettative degli altri e cerca il massimo beneficio per la maggior parte delle persone coinvolte. Inoltre, sembra avere un livello di saggezza superiore a quello che avremmo potuto accumulare nella nostra esperienza di vita ordinaria.

Se lasciamo che una parte di noi interpreti i segnali, sicuramente possiamo facilmente distinguere quando ci alziamo e combattiamo un pò di più o semplicemente accettiamo e apprezziamo che se qualsiasi porta rimane chiusa per ulteriori tentativi di aprirla, è semplicemente perché non vogliamo attraversarla.

La vita ha diversi modi di comunicare le sue intenzioni, sembra capire di cosa abbiamo bisogno per vivere per migliorare il nostro processo di apprendimento, per ottenere il massimo dalle nostre esperienze e per mettere alcuni ostacoli a persuaderci a non prendere una strada scomoda.

Mentre noi di solito prendiamo le pietre sulla strada come sfide da superare, potremmo anche tradurre in coraggio di accettare che qualcosa non è per noi, non vale la pena il nostro tempo, l’energia e gli investimenti. Questo fatto di accettazione può evitare il tipico logorio di resistere o combattere contro qualcosa che non possiamo cambiare.

Accettare non è rassegnazione, ma niente ti fa perdere più energia che resistere e lottare contro una situazione che non puoi cambiare.

Impara ad apprezzare il “sì” e soprattutto il “no” che la vita ci offre. Smettiamo di insistere su ciò che ci ha dato molte indicazioni che sarà scomodo nelle nostre vite, smetti di forzare le cose e impara ad accettare.

Quando accettiamo, iniziamo a fluire con l’esperienza, iniziamo a fidarci del processo della vita e mettiamo da parte il bisogno di “vincere”, sostituendolo con il piacere di vivere e questo potrebbe essere il primo passo verso la liberazione e la felicità.

Odi et amo