Crea sito
Emozioni e Riflessioni

Non è maturo dire “Ti amo” con la bocca piena di bugie!

L’amore è il più puro dei sentimenti, ma allo stesso tempo è molto professato senza sentirlo. Spesso con intenzioni malsane, a volte con la semplice ignoranza di ciò che significa amare.

Quando un “Ti amo” viene pronunciato senza sentirlo veramente, è come consegnare un biglietto che è inutile, una bugia, diventa un errore per coloro che lo ricevono e pensano che abbia qualche valore.

Ovviamente, a volte sentiamo che amiamo qualcuno e poi ci rendiamo conto che si trattava di una semplice illusione o possiamo semplicemente sentire che questo amore non è più così e si spegne giorno dopo giorno, tristezza dopo tristezza, delusione dopo la delusione. E questo è vero, l’amore può essere trasformato e, ancor più, quando non è amore incondizionato, può morire.

Ogni volta che pronunciamo questa potente frase dobbiamo veramente sentirla, perché quando non è così, tutto cadrà sotto il suo stesso peso, perché al di là delle parole ci sono azioni che sostengono sentimenti, c’è interesse, cura, dettagli, carezze e che quando c’è amore, hanno la responsabilità di farlo uscire.

Le cattive intenzioni, prima o poi, vengono scoperte e, oltre a danneggiare coloro che si ingannano con il falso “Ti amo”, c’è l’effetto generato su coloro che le producono. Chiunque dica un “ti amo” senza sentirlo, con l’intenzione di ottenere qualche tipo di beneficio sta diminuendo il merito che questo termine significa nella tua vita.

Le bugie hanno percorsi brevi, ma difficili da raggiungere e possiamo perdere persone molto speciali non essendo sincere riguardo ai nostri sentimenti e a ciò che vogliamo in una relazione.

Impara a usare le parole giuste, assicurandoti che nessuno venga danneggiato. Non siamo forzati o costretti ad amare nessuno, tanto meno a manifestare ciò che non sentiamo, quindi non c’è bisogno di coprirci con menzogne ​​e fingere di occupare spazi che sappiamo non sono i nostri.

Pensiamo che ciò che seminiamo, raccogliamo, impariamo a riconoscere i nostri sentimenti e a chiamare le cose con il loro nome, evitando così inutili danni alle persone per le quali siamo importanti.