Crea sito

Le persone destinate a stare insieme sono collegate da un filo karmico invisibile.

Il filo rosso invisibile collega coloro che sono destinati a incontrarsi, nonostante il tempo, il luogo e le circostanze. Il filo può allungarsi o ingarbugliarsi, ma non si romperà mai.

Hai mai sentito che se sei destinato a stare con qualcuno, prima o poi vi incontrerete?

Tra le persone, viene disegnato un filo karmico invisibile, che si estende da un cuore all’altro.
Spesso le coppie si disperdono, iniziano nuove famiglie, ma sono ancora attratte l’una dall’altra.
Non puoi sfuggire al destino, come si suol dire. Le persone destinate a stare insieme sono collegate da un filo invisibile. Secondo la diffusa credenza asiatica, è anche chiamato il “filo rosso del destino”.

Secondo una delle leggende cinesi, un giovane di nome Iko, che aveva perso presto i suoi genitori, era afflitto da fallimenti nella sua vita personale. Quelli che amava non lo amavano, e quelli che lo amavano non amavano Iko.
Una volta durante un viaggio, incontrò uno strano vecchio con una borsa enorme. Seduto sui gradini del tempio, leggeva il Libro dei Morti, scritto in oscuri geroglifici, al chiaro di luna.
Questo vecchio disse al giovane triste che tutte le persone che sono destinate l’una all’altra sono collegate da un filo rosso e che la sua promessa sposa in quel momento aveva solo tre anni. Ecco perché la sua ricerca dell’amore non sarà coronata da nulla fino a quando non crescerà.

Iko cercò questa bambina e fu colto alla sprovvista: si rivelò essere la figlia di una donna con un occhio solo. La bambina era molto sporca e trascurata. E Iko inviò il suo servo per uccidere la bambina. Tuttavia, sebbene abbia ferito la bambina sulla fronte, non la ha ucciso.
Dopo 14 anni, Iko ha sposato una bellissima ragazza con una cicatrice sulla fronte. E ha scoperto che era la ragazza adulta che Iko ha cercato di uccidere.

La tradizione vuole che le persone destinate l’una all’altra siano collegate da un filo rosso invisibile che collega le loro caviglie. Non ci sono barriere o circostanze per questo filo invisibile. Può allungarsi o contrarsi, ma non si rompe mai, nonostante il tempo e la distanza. Ogni giorno che passa, si restringe sempre di più fino a quando le persone destinate a stare insieme si incontrano.

Esiste una tradizione simile in Giappone, solo che secondo la loro versione il filo rosso del destino non lega le caviglie, ma i mignoli delle persone.
Il filo rosso invisibile collega coloro che sono destinati a incontrarsi, nonostante il tempo, il luogo e le circostanze. Il filo può allungarsi o ingarbugliarsi, ma non si romperà mai.

Come si può vedere, questo filo karmico è simile a concetti come “anima gemella” o “anima gemella”. Con una sola differenza: con la tua anima gemella, ad esempio, non puoi mai incontrarti o passare, ma il filo rosso del destino porterà prima o poi alla persona amata.
Dopo tutto, sei letteralmente connesso l’uno all’altro. E il fatto che questi fili non siano visibili non significa affatto che non esistano.

È così che camminiamo per il mondo, collegati da fili rossi invisibili con quelli che dobbiamo solo incontrare. Ciò che non accade negli anni di ricerca e lancio con questo filo karmico: si aggroviglia, ma non si spezza. Il filo rosso del destino non si spezzerà mai! La tua metà, in un modo o nell’altro, ti raggiungerà attraverso anni e distanze. Nulla la fermerà o la porterà fuori strada.
Anche se sei completamente diverso e vivi in ​​diversi continenti, ti incontrerai comunque qualche volta. In quel momento capirai che da sempre hai cercato e aspettato questa persona.