Crea sito

La “magia delle parole”: Chi dice ciò che vuole, ottiene quello di cui ha bisogno

Una delle grandi scoperte della mia vita, fu quando incontrai la “magia delle parole”. È dimostrato che le nostre parole sono strettamente legate al nostro atteggiamento, e questo a sua volta alle nostre convinzioni. La domanda sarebbe: È il mio atteggiamento che dà origine alle mie parole, o sono le mie parole che condizionano il mio atteggiamento?

Onestamente, penso che l’influenza sia in entrambe le direzioni. Il modo in cui ci esprimiamo e il modo di comunicare è che interessano il nostro atteggiamento, proprio come il nostro atteggiamento verso qualcosa fa sì che il nostro particolare modo di comunicare.

La cura nell’uso del nostro linguaggio è un potente strumento per condizionare i nostri risultati nella vita, nello stesso modo in cui l’osservazione di come una persona parla, ci sta dando molti indizi sul loro sistema di credenze, spesso risolti a livello subconscio.

L’uso che facciamo del nostro linguaggio è un potente strumento per creare i nostri risultati nella vita.

Ora non ho intenzione di parlarvi del potere della comunicazione, che è qualcosa di molto più ampio. Saper comunicare correttamente comporta aspetti come farsi capire, capire gli altri, capire meglio cosa sta accadendo, sapere come influenzare, creare una connessione con il proprio interlocutore, promuovere rispetto, guadagnare la fiducia degli altri, e molto altro.

Fondamentalmente, l’arte della comunicazione implica la padronanza di tre aspetti:

  1. ciò che diciamo (parole),
  2. come lo diciamo (tono)
  3. E come agiamo (espressione del corpo e del viso).

Oggi voglio solo concentrarmi su ciò che diciamo, sulle nostre parole, su come parliamo, in breve, sull’uso che facciamo del nostro linguaggio.

Se vuoi qualcosa, devi chiedere

La prima cosa che ho imparato è che se vuoi qualcosa, dovresti chiederlo. 

La cosa sembra ovvio…

Bene, anche se sembra strano, spesso accade il contrario. Ci dedichiamo a lamentarci e a dire ciò che non vogliamo, e cioè quando il nostro cervello si concentra, proprio su quello (ciò che non vogliamo) e abbandona qualsiasi opzione per concentrarsi su ciò che realmente vogliamo, perdendo così molte delle risorse che abbiamo e potremmo usarlo per realizzare i nostri desideri. È così semplice

Dal punto di vista neurologico, il nostro cervello ha meccanismi operativi molto chiari, ad esempio, non capisce i messaggi in negativo.

Quando ci esprimiamo, dobbiamo fare molta attenzione a parlare in modo positivo, manifestando ciò che vogliamo veramente e abbandonando l’atteggiamento lamentoso, se ciò che vogliamo è che la nostra vita inizi a manifestare risultati positivi.


Odi Et Amo